Elio vittorini e la traduzione italiana de "i pascoli del cielo" di john steinbeck

Solo disponible en BuenasTareas
  • Páginas : 2 (466 palabras )
  • Descarga(s) : 0
  • Publicado : 8 de febrero de 2011
Leer documento completo
Vista previa del texto
Stavo rileggendo dopo circa 13 anni la versione italiana di "The Pastures of Heaven", tradotta da Elio Vittorini e ho notato con crescente scontento che alcuni termini inglesi sono stati tradotti inmaniera errata, mi stupisce che questa versione sia ancora in circolazione o che nessuno abbia corretto questi errori PRIMA che questa andasse in stampa. Posso solo pensare che gli editori italianinon osavano contraddire Vittorini, o che Vittorini fosse ammanicato con qualche editore che di inglese ne capiva meno di lui, perché non spiega altrimenti...

Cito alcuni errori di traduzioneeclatanti, giusto per rendere l'idea di quello che sto dicendo:

Capitolo I (prima pagina). Nella versione originale inglese si parla della Carmel Valley. Come viene tradotta da Vittorini? Viene tradottacon "la valle del Carmelo" come se si parlasse della valle all'ombra del Monte Carmelo in Israele!!! Carmel (in realta' si chiama Carmel-by-the-Sea perche' la cittadina si affaccia sull'oceano, ma perbrevita' e' conosciuta come Carmel) e' una cittadina vicino a Salinas e prende il nome dal fiume omonimo. La valle attorno al fiume Carmel prende il nome di Carmel Valley. In Italiano o si lascianella versione originale inglese o tuttalpiu' si traduce con "la valle di Carmel". "La Valle del Carmelo" per me suona come unghie strisciate su una lavagna...

Capitolo 6: La festa del Thanksgiving e'tradotta da Vittorini in maniera talmente letterale che nemmeno uno studente al primo anno della scuola di traduttori penserebbe di renderla con "la festa del Rendimento di Grazie". Il Thanksgivinge' da sempre conosciuto come "la festa del Ringraziamento", ma in che paese viveva Vittorini per non sapere una cosa del genere?

Capitolo 4: Tomcat non e' un "gatto di bosco" come viene tradotto(di nuovo erroneamente) da Vittorini, ma un semplice gatto (maschio). Tularecito disegna sui muri semplicemente dei gatti, delle capre, delle tartarughe e delle talpe.

Potrei andare avanti, ma mi...
tracking img