Literatura

Solo disponible en BuenasTareas
  • Páginas : 31 (7623 palabras )
  • Descarga(s) : 0
  • Publicado : 7 de enero de 2011
Leer documento completo
Vista previa del texto
I SOFISTI E SOCRATE
(Riassunto) 1. Chi sono i Sofisti Il termine sofista (sophistés) significa in origine semplicemente “sapiente”. Nel V secolo a,C. con esso si designò un tipo nuovo di sapiente che, spostandosi di città. in città, insegnava dietro compenso una serie di discipline, tra cui soprattutto la retorica, ossia l’arte del ben parlare. Numerose notizie su questi Sofisti del V secolo,delle cui opere ci restano soltanto frammenti, si trovano in Platone e in Aristotele, che esprimono però su di essi giudizi generalmente piuttosto severi. L ’opinione sfavorevole di Platone ed Aristotele, dei due filosofi più importanti della Grecia classica, contribuì a trasformare in senso negativo il termine “sofista” che assunse il significato di ragionatore sottile ma cavilloso, interessato nona cercare la verità, ma a prevalere sull’avversario usando senza scrupoli nella discussione qualsiasi trucco e artificio retorico. In questo senso peggiorativo il termine e i suoi derivati sono usati ancora oggi (si pensi alla “sofisticazione alimentare”, ai “cibi sofisticati”, ecc.). In realtà i Sofisti occupano una posizione di grande importanza nella storia del pensiero filosofico, a cui hannodato, come vedremo, una serie di contributi fondamentali. Per comprendere tale posizione è necessario ricordare brevemente il contesto storico in cui si sviluppa il movimento sofistico. Nel corso del V secolo a.C. in Grecia entra in crisi un po’ dappertutto il dominio della aristocrazia del sangue, sempre più efficacemente contrastato dall’ascesa sociale e politica dei ceti popolari; si imponeprogressivamente il principio dell’uguaglianza dei cittadini di fronte alla legge (isonomìa) e si afferma la democrazia, ossia una forma di governo del popolo (démos, popolo + kràtos, forza, governo). Atene, anche a causa del ruolo decisivo svolto nelle guerre contro i Persiani, diventa il centro più importante della Grecia e la città in cui la democrazia conosce, nella seconda metà del V secolo, ilmassimo sviluppo. La democrazia costituisce il necessario presupposto dell’insegnamento dei Sofisti e l’ambiente ideale in cui essi possono operare. La democrazia esige la partecipazione attiva alla vita politica di ogni cittadino, che deve essere in grado di prendere posizione sui diversi problemi politici e sostenere il suo punto di vista nelle assemblee con argomenti efficaci e comprensibili.I cittadini che non provenivano da famiglie aristocratiche, e non avevano potuto perciò usufruire dì una istruzione di buon livello in ambito familiare, avevano bisogno di imparare a parlare in pubblico e di maestri che insegnassero loro questa tecnica ossia la retorica. Questi maestri furono i Sofisti. Si spiegano così la centralità della retorica nell’insegnamento dei Sofisti e, insieme, icontenuti ditale insegnamento, che riguardano prevalentemente la morale, le forme di governo, la religione, il linguaggio e l’educazione; tutti problemi che hanno un riferimento, diretto o indiretto, alla vita politica. La Sofistica non è quindi una scuola filosofica, ma un movimento di pensiero caratterizzato da un atteggiamento comune e da un comune interesse per i problemi che riguardano l’uomo e lasua vita associata. Si compie così una vera e propria rivoluzione filosofica, poiché l’attenzione si sposta dai problemi della natura e del cosmo ai problemi dell’uomo e della città. A questo mutamento di prospettiva contribuisce anche la crisi della ricerca naturalistica che sembrava aver percorso tutte le strade possibili ed essere pervenuta a tesi opposte inconciliabili. Al periodo cosmologicosuccede il periodo antropologico (ànthropos, uomo) o umanistico, l’età dei Sofisti e di Socrate, che corrisponde, grosso modo, alla seconda metà del V secolo a.C. Possiamo ora precisare gli aspetti e i temi più rilevanti della riflessione dei Sofisti. 1. Un tema caratteristico dibattuto dai Sofisti è quello della insegnabilità della virtù, che si comprende facilmente a partire dalla situazione...
tracking img