Matemáticas

Solo disponible en BuenasTareas
  • Páginas : 15 (3687 palabras )
  • Descarga(s) : 0
  • Publicado : 2 de febrero de 2012
Leer documento completo
Vista previa del texto
La condizione giovanile oggi
Autore: Ferrante, Mariella Curatore: Mangiarotti, Don Gabriele
Fonte: CulturaCattolica.it ©

Dal punto di vista operativo, quando oggi parliamo di giovani e di condizione giovanile ci riferiamo ad individui appartenenti a più classi d'età, comprese tra i 15 e i 29 anni, che pur essendo differenziate al loro interno, identificano l'universo di riferimento a cuiapplicare le ricostruzioni storiche fin qui tratteggiate. E' in ogni caso essenziale ricordare che l'età è solo uno dei possibili criteri operativi per definire la "condizione giovanile"; assai più significativo, è considerare: la condizione familiare (celibe-nubile, coniugato, convivente) e la condizione lavorativa, poiché entrambi introducono oggettivi elementi di discontinuità nel ciclo di vitapersonale e sociale, per via di scelte che impegnano maggiormente la responsabilità verso "gli altri" dal punto di vista affettivo-relazionale ed economico-strumentale.

Giovani e famiglia

Contrariamente a quel che appare nelle rappresentazioni - più o meno enfatiche - dei mass media, l'atteggiamento dei giovani nei confronti della "famiglia" non coincide affatto con la presa di distanza ocon il rifiuto. Una serie di ricerche effettuate su campioni rappresentativi della popolazione giovanile italiana nel corso degli anni '80 e '90 indica che oltre l'80% dei giovani compresi tra i 15-29 anni considera "molto importante" la famiglia, avvertita - insieme all'amore e all'amicizia - come un elemento imprescindibile per la costruzione della propria identità personale. Ciò che risulta indeclino non è la famiglia, ma il come e il quando decidere di costituirla. In particolare, ciò che risulta problematico sono i rapporti genitori-figli, i modi di considerare i rapporti coniugali e sessuali in genere, l'istituzione matrimoniale.
La maggioranza della popolazione giovanile considera il matrimonio un'istituzione sorpassata, è favorevole alla libera convivenza tra uomo e donna comeperiodo di prova prima del matrimonio o in alternativa al matrimonio stesso, considera ammissibile il divorzio ed avere rapporti sessuali senza essere sposati. La metà dei giovani ritiene ammissibile avere esperienze omosessuali, ma solo una piccola minoranza (2%) ritiene che gli possa capitare nella vita (1).
I giovani italiani dipendono tuttora dai loro genitori, specialmente dalle madri, nonsoltanto da un punto di vista economico, ma anche da un punto di vista affettivo. La famiglia però è spesso incapace di reggere il peso connesso alle sue funzioni ordinarie e straordinarie. Questa percepita debolezza della famiglia spiega in parte la crescita di un atteggiamento ambivalente dei giovani nei suoi confronti, specie se considerata come scelta permanente. Rispetto agli altri paesioccidentali le famiglie italiane appaiono più stabili e solide, tuttavia circa 1/3 di esse dichiara difficoltà dal punto affettivo, economico e relazionale e si sente insicura nell'affrontare il futuro.
I modi di agire dei giovani e quello degli adulti sono oggi meno distanti di quanto potrebbe apparire per ragioni esattamente opposte a quando si parlava di "gioventù integrata" nel corso degli anni'50-'60. Gli adulti partecipano oggi al processo di "adolescentizzazione" della società - riconducibile al suo accentuato sperimentalismo, spontaneismo, possibilismo - più di quanto i giovani partecipino al processo di "consolidamento dell'io" che è proprio della raggiunta maturità. Nel cammino dei giovani verso tale maturità si verifica in effetti un processo paradossale; mentre dai 15 ai 23-25anni i ragazzi e le ragazze ricercano (e rivendicano) in modo talora esasperato la loro "autonomia" dai genitori, quando si avvicinano al momento di compiere scelte decisive per la propria vita (lavoro, convivenza, matrimonio, abitazione) provano sentimenti opposti e tendono a rifugiarsi nella comoda permanenza nella propria famiglia d'origine, che diventa in tal modo una "famiglia lunga" per...
tracking img