Mazzini...dio,popolo,pensiero e azione

Solo disponible en BuenasTareas
  • Páginas : 6 (1312 palabras )
  • Descarga(s) : 0
  • Publicado : 19 de mayo de 2011
Leer documento completo
Vista previa del texto
[pic]

Giuseppe Mazzini
Dio, Popolo, Pensiero e Azione

Ricorre quest’anno il bicentenario della nascita di Giuseppe Mazzini, uno dei più grandi figli della Patria, profeta del futuro d’Italia e d’Europa (al cui nome i fratelli di molti orienti hanno dedicato le loro Rispettabili Logge ).
I fratelli massoni che hanno come Mazzini lasciato un codice morale di alti valori chelievitando, illuminano il cammino della società, hanno voluto richiamarsi al nome di Mazzini, questo gigante della umana Storia, per ritrovare nel suo nome un punto di riferimento ed una guida. Nella ricerca dei valori che si incentrano nel trinomio “Libertà – Uguaglianza – Fratellanza”, valori che la massoneria ha saputo donare al mondo, liberandolo dalla schiavitù della sudditanza per renderlo cittadinoe che, Mazzini con il pensiero e con l’azione seppe sentire come missione di vita. Valori che ancora oggi diventano chiave di lettura per recuperare soluzioni che travagliano il presente.
Molti storici, italiani e stranieri, di nota fama, ieri come oggi si sono interessati alle vicende e all’opera di questa grande “figura” per capire le ragioni che crearono la sua forza, per valutare le sueazioni e cogliere il concetto e l’indirizzo dell’uomo che seppe anticipare di un secolo gli eventi della storia.
Mezzo secolo di operosità fertile e feconda consacrata, sempre, alla dignità sociale e morale dell’uomo, alla libertà della patria, alla concordia tra le Nazioni, anticipando valori ignoti nel suo tempo, come l’unità d’Europa e l’unità tra i popoli del mondo. Per la realizzazionedi questi ideali rischierà continuamente la vita. Solo le anime forti, sono capaci di affrontare pericoli mortali quando la realizzazione di grandi ideali e l’amore per l’umanità lo impongono.
Giuseppe Mazzini nato a Genova nel 1805, ricevette la sua prima educazione, soprattutto, dalla madre, Drago Maria, che esercitò una grande influenza morale su di lui. Laureato in legge, fu attratto dallaletteratura ed in particolare da Dante; nella letteratura egli vedeva, come dice nell’ “Indicatore Genovese” >. In questo periodo si evidenziano ricordi settecenteschi illuministici, >. Successivamente contrappone all’individualismo illuminista, affamatore di diritti, i Doveri degli uomini.
>
E’ quindi il popolo l’arbitro del proprio futuro, perché destinatario della provvidenzialevolontà divina. Attraverso una educazione spiritualistica e religiosa occorre preparare la “guerra di popolo“ che abbatta la tirannide. Ogni nazione ha assegnata da Dio una missione, e l’Italia nel ruolo delle nazionalità sarà l’antesignano di una vasta comunità Europea di libere nazioni che attraverso la rivoluzione diventerà “una – libera – democratica – repubblicana.“
Desideroso di agire, fucarbonaro nel 1830, con l’incarico di fondare una “Vendita” a Livorno ma a causa di una soffiata venne arrestato. Durante la prigionia meditò a lungo giungendo alla conclusione che la Carboneria era, ormai, inadatta alla lotta, e che era necessario lottare apertamente contro i governi assolutistici.
Ecco che nell’agosto del 1831 fondò, a Marsiglia, la “Giovine Italia” il cui programma eral’unità nazionale e la repubblica popolare, che si diffuse in tutta Italia. La Carboneria residuo settecentesco era definitivamente superata, così come erano dimenticati i valori illuministici.
Mazzini respingeva, decisamente, il materialismo, l’individualismo e l’assurdo strano avvicendarsi della storia di azioni e reazioni. Ora, egli, crede nel processo indefinito della umanità in una leggesuperiore di miglioramento della fede propria di ogni epoca e nella missione dei singoli popoli. Nello scritto: Fede ed Avvenire dice “All’umanità il lavoro d’interpretazione del progresso, associazione, libertà, uguaglianza, popolo, della legge di Dio.“ Uomini saggi sanno trasmettere questi messaggi, sublimandoli in idee per educare alla ricerca dei valori morali.
Il pensiero di Mazzini è...
tracking img