Nada

Solo disponible en BuenasTareas
  • Páginas : 41 (10211 palabras )
  • Descarga(s) : 4
  • Publicado : 17 de mayo de 2010
Leer documento completo
Vista previa del texto
La Electricidad

1.800 - LA PILA ELÉCTRICA Volta inventa la primer pila gracias a los estudios realizados sobre la diferencia de potencial existente en la superficie de contacto de dos metales distintos. En un experimento diseccionando ranas muertas durante una clase de an atomía, un alumno observó como se movía una de las ranas. Volta demostró que el bisturí de acero y la bancada de zinc dondeestaban apoyadas las ranas, formaban una pila rudimentaria cuya corriente causaba la contracción de los músculos de la rana. Este fenómeno (efecto Volta) se aprovecha para producir corriente eléctrica por medio de una pila construida de placas de cinc y cobre intercaladas con tela empapada en salmuera.

Pila de Volta

1.802 – PRIMEROS INDICIOS DEL MAGNETISMO
Gian Domenico Romagnosi(1.761-1.835). Inizia gli studi presso i Gesuiti a Borgo San Donnino negli anni compresi fra il 1772 e il 1775; si sposta poi al collegio Alberoni di Piacenza dove studia dal 1775 al 1781. Si laurea in Giurisprudenza nel 1786 a Parma. Esercita, come il padre, il notariato a Piacenza, però senza particolare fortuna; si dedica allora alla letteratura e compie le prime prove nella Società letteraria diPiacenza. Nel 1791 pubblica il suo primo libro "GENESI DEL DIRITTO PENALE" che avrà molto successo.Fra il 1791 e il 1793 svolge a Trento le professioni di giurisdicente e di pretore, poi di avvocato fino al 1802. Viene arrestato nel 1799 per abuso nell'esercizio delle sue funzioni di pretore: per questo trascorre quindici mesi a Innsbruck, poi, riconosciuto innocente, viene rimesso in libertà.All'arrivo dei francesi in Italia diventa segretario del governo provvisorio presieduto da Pilati. Alla fine del 1802 ottiene di insegnare Diritto Pubblico all'Università di Parma. In questi anni scrive "L'INTRODUZIONE ALLO STUDIO DEL DIRITTO PUBBLICO UNIVERSALE".Nel 1805 si reca a Milano per collaborare al progetto del codice penale e un anno più tardi diventa consultore del Ministro di Giustizia eprofessore di diritto civile a Pavia. Gli anni 1808-1814 sono la fase di un'attività molto intensa e fra il 1812 e il 1814 dirige il Giornale di Giurisprudenza Universale. Nei suoi articoli tratta i più importanti problemi di giurisprudenza teorica e pratica e getta le basi della scienza dell'amministrazione.All'arrivo degli austriaci in Italia viene naturalizzato milanese: siamo nel 1813 e Romagnosicontinua l'insegnamento di alta legislazione fino al 1817, quando vengono soppresse le scuole speciali; insegna quindi privatamente. Nel 1821 viene coinvolto nel processo contro i Carbonari con l'accusa di correità nel

La Electricidad

delitto di alto tradimento per omessa denuncia. Romagnosi è continuamente sospettato e vigilato dagli austriaci per il suo passato liberale e per il suopatriottismo, infatti egli aveva incoraggiato segretamente i tentativi per la restaurazione di un regno italico indipendente. Non si era mai affiliato mai alla Carboneria.Collabora alla rivista "CONCILIATORE" con Silvio Pellico, con il quale è arrestato per cospirazioni nel 1821. Dopo l'arresto è mandato a Venezia dove scrive "DIFESA" per difendersi dalle accuse. Per difetto di prove legali il 10dicembre 1821 è assolto e ritorna a Milano dove gli è tolta l'autorizzazione ad insegnare.Gli rifiutano il passaporto così non può sfruttare l'invito del governo Inglese ad insegnare Giurisprudenza teorica nell'università di Corfù. Povero ed infermo per un attacco di emiplegia (1812) vive gli ultimi dieci anni di lavoro letterario soccorso da umili e fedeli amici. In quest'ultimo periodo della sua vitasi dedica particolarmente agli studi di economia, filosofia teoretica e civile.

Francesco Zantedeschi
Priest and physicist, born 1797; died at Padua, 29 March, 1873. For some time Abate Zantedeschi was professor of physics and philosophy in the Liceo of Venice; later he accepted the chair of physics in the University of Padua, which he held in 1853 being then obliged to resign on account of...
tracking img