Riff

Solo disponible en BuenasTareas
  • Páginas : 8 (1959 palabras )
  • Descarga(s) : 7
  • Publicado : 8 de julio de 2010
Leer documento completo
Vista previa del texto
- RIFF -
Un’esperienza Indipendente

[pic]

Il contesto e la storia
L’associazione Culturale RIFF, acronimo di Roma Independent Film Festival, ha il proposito di promuovere la cinematografia indipendente internazionale che, pur vantando opere di ottima fattura, non viene né prodotto né distribuito dai grandi circuiti commerciali; al contempo far conoscere giovani registi, possibili stellenascenti, accrescendo la loro visibilità nei confronti degli operatori, del pubblico appassionato di cinefili e di semplici curiosi.
Per far ciò il Roma Independent Film Festival organizza ogni anno il RIFF Awards, che si propone come uno dei maggiori concorsi cinematografici per ricchezza di proposte, sia a livello quantitativo che qualitativo, con pellicole e filmati provenienti da tutto ilmondo. Inoltre il RIFF si caratterizza per altri tipi di progetti che stanno acquisendo, anno dopo anno, un respiro sempre più ampio. Da qualche tempo è stato messo in piedi il RIFF Film Grant, fondo nato per sostenere i giovani sceneggiatori, creato per apportare denaro, competenze, servizi e quant’altro capace di aggiungere un tassello alla possibilità di vedere realizzato il lavoro degli stessifilmmaker. Workshop, incontri, seminari, corsi di formazione, partecipazioni e collaborazioni fanno in modo che l’attività dell’associazione sia diventata continua durante l’anno; un sito ufficiale, un ufficio stampa, una newsletter, articoli di giornali, non solo di stampa specializzata, ma anche quotidiani, riescono a fare in modo che la presenza del RIFF si percepisca non solo durante lamanifestazione annuale ma diventi duratura nel tempo.
Possibile introduzione

Le caratteristiche principali della cinematografia Indie, sono principalmente due: il basso budget e la piena libertà espressiva lasciata al regista. Proprio quest’ultima è quella che spaventa i grandi studios, che preferiscono evitare le sperimentazioni, non solo intellettuali ma anche economiche, prediligendo piuttostoqualcosa di più sicuro e remunerativo. Pur vivendo di budget significativamente più ridotti, il numero di opere prodotte non è assolutamente secondo a quello delle grandi majors, nel 2000 infatti nelle sale statunitensi su 461 film ben 270 appartengono alla cinematografia Indie. Bisogna constatare che i costi di produzione dei film indipendenti si aggirano mediamente sui 10 milioni di dollari,rispetto ai 55 che in media vengono spese dagli studios, ai quali vanno aggiunti i costi per le copie e la pubblicità, sui quali una major spende in media altri 25 milioni di dollari.
Al giorno d’oggi i passi in avanti della tecnologia hanno aiutato di gran lunga la cinematografia indipendente, evitando i costosi affitti di attrezzature, acquisti delle pellicole 35mm, della stampa dei negativi ecc…Anche la diffusione dei Pc e lo sviluppo di software, sempre più pronti a rispondere ad esigenze altrettanto sofisticate, ha dato una mano alla causa, si pensi al tipo di risparmio possibile nella fase di post-produzione, tagliando i costi di montaggio, l’aggiunta dei titoli di testa o di coda ecc…
Negli ultimi anni infatti si è vista una crescita esponenziale delle opere che hanno portato allanascita altrettanto numerosa di vari festival, gli unici che promuovono e ne garantiscono visibilità. I festival spesso sono delle basi di lancio per alcuni di essi, infatti, solitamente, le grandi distribuzioni tengono sott’occhio i vincitori delle manifestazioni per poi promuoverli e distribuirli.

Lo stile del festival è stato in perenne evoluzione nelle sue quattro edizioni,un festival che nascedalla volontà di Fabrizio Ferrari, da sempre direttore del RIFF, che, dopo aver lavorato per anni nell’organizzazione del Santa Monica Film Festival (SMFF), negli States, tornato in Italia sentiva il dovere di dare vita ad una manifestazione che promuovesse la cinematografia indipendente, nella sua città natale, Roma. Nel 1999 vennero poste le basi per la creazione di un festival, Ferrari...
tracking img