Situazione politica nella spagna della rivoluzione "la gloriosa"

Solo disponible en BuenasTareas
  • Páginas : 24 (5847 palabras )
  • Descarga(s) : 0
  • Publicado : 16 de marzo de 2011
Leer documento completo
Vista previa del texto
Benito Perez Galdós trascorre la sua giovinezza in un periodo speciale della storia di Spagna e soprattutto di tutta Europa. Sono questi anni di cambiamento, anni che caratterizzano e danno inizio alla cosiddetta età contemporanea. I cambi che si producono sono numerosi soprattutto a livello politico e sociale e sono caratterizzati da una serie di movimenti e riforme: come negli Stati Uniti, laGuerra di Secessione, in Italia e in Germania, l'unificazione nazionale, in Francia il disastro e la rivoluzione del 1871, in Inghilterra la riforma elettorale del 1867; in Spagna la rivoluzione del 1868. Quello che però si produce tra il 1865 e il 1870 è qualcosa in più' di una serie di rivoluzioni o di guerre decisive e spettacolari e presuppone un vero cambio di ritmo nella storia universale.Questo tipo di cambio che oggigiorno viene analizzato da vari punti di vista implica l'arrivo in occidente di nuovi uomini, nuove idee e nuovi sistemi. In parole povere si può dire che si passa dal liberismo alla democrazia, dal romanticismo al realismo, dall'idealismo al materialismo, dal singolo alle masse, dal predominio dell'economia agraria al predominio dell'economia industriale, dallascienza alla tecnica. E da Storia d'Europa a storia del mondo. Nel caso della Spagna possiamo dire che la rivoluzione del 1868 è stato come un punto di non ritorno, un punto di passaggio. A partir da questo momento si respira un aria nuova, un ambiente nuovo, i problemi sono diversi e anche gli uomini sono diversi, i metodi per risolvere questi problemi son diversi. Diciamo che un intero mondo fattodi romanticismo, privo di ideologie e con generali al posto di politici stava dissolvendosi: piano piano e di colpo sembra vecchio e inutile. Una nuova realtà con problemi che ci risultano molto più' familiari agli uomini odierni si è appena affermata nella storia di Spagna.
All' inizio dell'età contemporanea, il periodo che va dal 1868 al 1874 è uno dei più agitati che si ricordano in Spagna.Questo periodo racchiude in sè una caduta di un trono, un regime provvisorio, una regencia, una monarchia democratica, un'abdicazione, una repubblica federale, tre guerre civili, un nuovo regime provvisorio, un 'altro tentativo di regencia e in ultimo la rrestaurazione della dinastia cacciata all'inizio. Tutto questo nel giro di 6 anni. La rivoluzione provocata da persone con l'unico intento dirovesciare la monarchia di Isabel II fu opera di gruppi molto diversi ideologicamente che cercarono ognuno l'opportunità di favorire il loro sistema preferito, ma ognuno di loro fallì il tentativo tra la soddisfazione degli altri gruppi. Il disordine, l'anarchia e l'agitazione degli animi fecero di quell'epoca una delle più' difficili della storia si Spagna. Dall'altra parte i sistemi elaboratidagli elementi intellettuali che patrocinano la rivoluzione, avevano senza dubbio un contenuto dottrinale, anche se molti dei loro punti , eccessivamente teorici, risultano inapplicabili o carenti di senso pratico .
Coloro che avevano contro il regime di Isabel II, che erano la maggior parate dei politici spagnoli, costituivano una moltitudine di fazioni. Possiamo qui dividerli brevemente in tregruppi

I monarchici e i partitari della sintesi tra liberta e ordine. Tra di loro c'erano una buona parte di militari, dei proprietari terrieri e degli industriali

I progressisti , difensori della sovranità popolare e della milizia nazionale : erano al momento coloro capaci di attivare più' simpatizzanti . Si professano favorevoli alla monarchia , ma erano decisi a finire con i Borboni.I democratici, per la maggior parte repubblicani, intellettuali ,pochi, che facevano i demagoghi e avevano fiducia nel suscitare la simpatia del popolo

I tre gruppi, nonostante le palesi divisioni interne erano divergenti nei punti di vista, ma si complementavano ammirevolmente per il lavoro rivoluzionario. I democratici avrebbero dato le idee , i monarchici unionisti avrebbero...
tracking img