Tesis bilancimiento

Solo disponible en BuenasTareas
  • Páginas : 69 (17120 palabras )
  • Descarga(s) : 0
  • Publicado : 13 de enero de 2011
Leer documento completo
Vista previa del texto
INDICE ………………………………………………………………………1

INTRODUZIONE ……………………………………………………………2

CAPITOLO I

Antecedenti del bilanciamento in alcuni Paesi………………………………4

CAPITOLO II

Principi costituzionali…………………………………………………………7

CAPITOLO III

Antinomie e conflitti costituzionali…………………………………………10

CAPITOLO IV

Il concetto di ponderazione ……….…………………………………………28

CAPITOLO V

I principi e lateoria dell’interpretazione…………………………………….34

CONCLUSIONI……………………………………………………………..39

Bibliografia......................................................................................................46

INTRODUZIONE.

Nel diritto esistono due criteri d’applicazione delle norme: la sussunzione e la ponderazione.

Le norme sono applicate mediante la sussunzione, poichéla ponderazione è la forma d’applicazione dei principi. La sussunzione è l’individuazione della norma di diritto da applicare al caso concreto. La ponderazione, è la tecnica di risoluzione di conflitti tra i valori con rango costituzionale, questa tecnica fu preposta per risolvere conflitti costituzionali (denominati casi difficili)
.

Con i mutamenti sociali, soprattutto quelligiuridici, considero necessario la conoscenza e lo studio di questa importante tecnica giuridica, poiché al di là della sua conflittuale applicazione, risulta una realtà di fatto perché gli operatori del diritto debbano applicare correttamente l’istituto, con la finalità di una buona e corretta applicazione della giustizia.

Quando parliamo di ponderazione o bilanciamento, ci riferiamo aduna tipologia modalità di soluzione di un particolare conflitto normativo, che nasce i che si verifica quando due fattispeciee sono potenzialmente valide, stiamo parlando dmi riferisco alle i quello che conosciamo come antinomie.

Il ricorso al bilanciamento è necessario quando non esiste un criterio d’i invalidità delle norme, tutte e due le norme sono valide, e non esiste un criteriointerpretativo eddi applicativore, questi criteri sono criteri che tutti noi conosciutiamo come:, gerarchico, sistematico, di specialità o cronologico.

Davanti a questo problema, il giudice mette in moto una procedura che si conosce come Bilanciamento o Pponderazioneonderazione. La peculiarità di q, questoe istituto, è derivato del fatto che ha la peculiarità che nessuna delle due normeèviene privata della sua validità, nel bilanciamento una delle due norme èviene applicata e l’altra èviene accantonata, con l’effetto che può essere applicatarsi in un altro caso concreto, quindi l’importanza di questo istituto, si basa ae non privare a la norma della sua validità.

Questi conflitti hanno rango costituzionale, cioè, si presentano tra principi costituzionali e quindi latecnica del bilanciamento viene applicata per soppessaremisurare e dare un valore alla norma nel caso concreto dai valutare.

, nNormalmente, l’esercizio del bilanciamento èviene applicato daelle Ccorti competentiche che danno soluzione danno soluzione a allaquesta problematica,a di rango costituzionale a secondo il tipo di ordinamento giurisdizionale diffuso o accentrato in concreto adottatolaconvenzione diffusa o accentrata adottate.
[1].
Analizzando la situazione storica del momento, oggi, la realtà di fatto supera notevolmentein lungo il diritto positivo, impegnato a segnalare che tutto i racchiudesi chiude in regole generali e astratte;, cosìi che, per i giuristi formalisti, il bilanciamento rappresenta una problematica seria, in quanto non costituisce un criteriooggettivo tipizzatoe dal legislatoresiste una misura oggettiva e generale dei valori applicati al caso in concreto.

In merito a quanto detto, il mio lavoro di tesi vuole essere uno studio impegnato nel far conoscere i problemi antinomici di rango costituzionale, attraverso Ritengo importante segnalare che ci sono fattori di vitale importanza per chi usa la tecnica del bilanciamento che...
tracking img