Veline nyokke e cilici

Solo disponible en BuenasTareas
  • Páginas : 8 (1926 palabras )
  • Descarga(s) : 0
  • Publicado : 29 de noviembre de 2010
Leer documento completo
Vista previa del texto
Veline nyokke e cilici. Giovanna Campani.

Riflettere sulle 3 forme di manifestazione del blacklash all’italiana:
1) la rappresentazione delle donne nei media italiani. In Italia il ruolo dei media é decisivo nella politicabe cruciale nella formazione della cultura popolare.

2) il linguaggio e le pratiche sessiste della politica italiana(“nyokka”, “celodurismo”). Ilcomportamento del presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi (le donne come “cosa”, sessismo fatto metodo politico per selezionare le candidate alle elezioni). Il linguaggio politico a forte connotazione sessuale viene utilizzato a partire dagli anni 90 da diversi partiti, principalmente conservatori senza essere minimamente censurato (non é censurato per i femministi italiane ma per i governi e la stampastraniera). Si é costruito un modello politico-culturale conservatoe che assegna alle donne un ruolo absolutamente subordinato nella politica.
Es: Berlusconi a Sarkozy: “io ti ho dato la tua donna” (Carla Bruni, italiana) come se tutte le donne italiane fossero propietá del capo.

-Il sistema televisivo e il sistema della politica siano intrecciati per quanto riuarda la rappresentanzafemminile.

3) Le influenza del Vaticano in materia di diritto di famiglia e diritti riproduttivi attraverso esponenti di goberno. Il Vaticano é parte integrante del backlash contro le donne italiane con la sua posizione sul divorzio, contraccezione, fecondazione assistita e continui attacchi alla 194 (diritto delle donne, aborto). Attaca costantemente le Nazioni Unite e l’Unione Europea,acussate di “ideologia anticatólica” perche diffende i “diritti riproduttivi”.
Il problema é che il Vaticano pretende di imporre la sua dottrina come “veritá”, attraverso strumenti politici, attraverso strumenti politii, a una societá laica e pluralista.

Idei principali:
- “Anomalia italiana nella condizione delle donne rispetto al resto dell’Europa”=”backlash”. Oggi é uno dei paesieuropei nel quale le condizione femminile é ai livelli piú bassi su tutti i piani e la reazione delle donne italiane sono piuttosto deboli: la imaginne mediatica delle donne, la paritá uomo-donna nel lavoro (penultimo posto in Europa superato per Grecia e Malta; e inserite in settori occupazionali tradicionalmente femminilizati, cioé l’area socio assistenziale, educativa e amministativa.), lapartecipazione politica (scarsa presenza di donne in parlamento, nessun diritto delle donne avanzi), i diritti formali di paritá, i diritti reprodutivi (il Vaticano condanna la contraccezione per la sua “intencionalita abortiva”, l’anestesia epidurale negata alle partorienti italiane in molte cliniche).

- Cultura popolare e conservatrice, profundamente antifemminista appogiata per il bloccopolitico al potere. Faludi spiega che il backlash é un mix contradditorio, al tempo stesso moderno e tradizionalista.

- Il concetto di backlash nel contesto statunitense. In italiano“Contratacco” alle conquiste del feminismo. Non solo in Italia, anche negli Stat Uniti nel corso degli anni 80 con Ronald Reagan –neoconservatore republican-. Questo processo é stato analizzato da una gornalista delNew York Times, Susan Faludi, che pubblicó un libro, Backlash. La sua tesi e che a partire degli anni 80 negli Stati Uniti c’è una cultura popolare profundamente “antifemminista”.Vogliono annulare una serie di diritti delle donna fatigosamente conquistati, per (ri)costruire un modello di societá basato sulla tradizione e su principi religiosi.

Cronologia del femminismo (Women’s Studies; S.Faludi)
• 1900-1920: “prima fase del femminismo”

• Anni 60: “seconda fase del femminismo”. Negli anni 70 giunta al suo momento piú alto. L’emancipazione femminile portava alla felicitá.

➢ In Italia:
a) Vengono conquistati diversi diritti (1975: un nuovo diritti di famiglia pone fine a discriminación secolari, stabilisce la paritá giuridica tra i...
tracking img