Didattica delle lingue

Solo disponible en BuenasTareas
  • Páginas : 13 (3016 palabras )
  • Descarga(s) : 0
  • Publicado : 13 de enero de 2011
Leer documento completo
Vista previa del texto
Università Ca’ Foscari di Venezia

Scienze del Linguaggio
1° anno di laurea specialistica

TESINA
Didattica delle Lingue Straniere e Moderne (Modulo 1)
Prof.ssa Carmel Mary Coonan

PROPOSTA DI RICERCA-AZIONE

Studentessa: Laura Facchinelli
Matricola: 814899

Anno Accademico: 2006-2007

Introduzione
Nel mese di marzo 2007 partirò per la Spagna grazie alla borsa di studio Erasmus.L’università che mi è stata assegnata è l’Universidad de Cantabria di Santander. Questa città è il capoluogo della Cantabria, una delle Comunità Autonome della Spagna, che si trova a nord della penisola e si affaccia sul Mar Cantabrico (parte dell’Oceano Atlantico).
L’idea è di sfruttare il periodo concesso di studio per mettere in pratica il progetto di ricerca-azione che ho ideato. L’argomentoche mi interessa approfondire riguarda lo studio dell’italiano come Lingua Straniera da parte di apprendenti ispanofoni, in specifico la trattazione dell’errore.
Lo scorso anno scolastico ho avuto l’occasione di lavorare come lettrice di italiano presso la Escuela Oficial de Idiomas[1] di Santander. Visto il rapporto di lavoro già avuto, ho ricontattato il direttore dell’Istituto e laresponsabile dei corsi di italiano, chiedendo loro il permesso di effettuare la mia ricerca nelle loro classi. Ho spiegato loro nei dettagli in cosa consiste il mio progetto e il permesso mi è stato concesso. Abbiamo così concordato il periodo in cui si svolgerà la mia attività. Inoltre entrambe le insegnanti con cui lavorai l’anno scorso, una madrelingua italiana e l’altra madrelingua spagnola, mi hannodato la loro disponibilità per partecipare al progetto di ricerca-azione.

Il contesto
Nella Escuela Oficial de Idiomas di Santander vengono insegnate 4 lingue: inglese, francese, tedesco e italiano. Gli studenti adulti, quasi esclusivamente ispanofoni, scelgono di imparare una o piú lingue straniere. Il dipartimento di italiano, il più nuovo e il più piccolo, comprende 3 insegnanti, di cui solouna madrelingua. Nel corso di questo anno 2006-2007 sono stati attivati per l’insegnamento dell’italiano quattro classi di primo livello, due di secondo, due di terzo, due di quarto e una di quinto. La durata del corso è da ottobre a maggio, con frequenza di 4 ore per 2 giorni alla settimana (lunedì/mercoledì o martedì/giovedì), e solo un venerdì di lezione al mese. Il programma dei corsi èsuddiviso in due cicli, elementare e superiore per un totale di 600 ore di insegnamento. Il ciclo elementare è suddiviso in tre corsi di 130 ore ciascuno e quello superiore di altri due. Il sistema di valutazione stabilito è quello della valutazione continua, anche se alla fine del terzo e del quinto corso sono obbligatori gli esami di certificazione (Certificazione del livello Elementare equivalente aB1 del Framework e la Certificazione del livello Superiore corrispondente al B2-C1) che rilasciano un attestato ufficiale valido su tutto il territorio spagnolo.
La lingua italiana studiata è in contesto di Lingua Straniera, ossia che lo studio e gli imput che studenti ricevono sono circoscritti alle 4 ore di lezione settimanali, all’interno dell’aula (dunque assenza di stimoli esterni).

1.Individuazione del campo d’indagine della ricerca
Ho scelto di approfondire una tematica relativa all’apprendimento dell’italiano come LS da parte di studenti ispanofoni perché trovo che la somiglianza tra queste due lingue (italiano e spagnolo) non attenui le molte difficoltà che gli studenti incontrano soprattutto nei livelli avanzati di studio (nel caso specifico dei livelli 4° e 5°).
Lamia esperienza di studentessa di spagnolo così come l’esperienza di insegnamento di italiano in Spagna mi hanno reso consapevole del fatto che se all’inizio del percorso d’apprendimento dell’italiano lo studente ispanofono è avvantaggiato rispetto ad altre tipologie di studenti (rispetto a tedeschi o cinesi per esempio), più avanti aumenta per lui la probabilità di fossilizzazione di certi...
tracking img