Il mito giustifica i mezzi

Solo disponible en BuenasTareas
  • Páginas : 6 (1281 palabras )
  • Descarga(s) : 0
  • Publicado : 9 de octubre de 2010
Leer documento completo
Vista previa del texto
IL MITO GIUSTIFICA I MEZZI
« Studiato dal vivo, il mito non è una spiegazione che soddisfi un interesse scientifico, ma la resurrezione in forma di narrazione di una realtà primigenia, che viene raccontata per soddisfare profondi bisogni religiosi, esigenze morali, esso esprime, stimola e codifica la credenza; salvaguarda e rafforza la moralità; garantisce l'efficienza del rito e contiene regolepratiche per la condotta dell'uomo. Il mito è dunque un ingrediente vitale della civiltà umana; non favola inutile, ma forza attiva costruita nel tempo. » (Bronislaw Malinowski)

« Ma c’è comunque un fatto nuovo che andrebbe studiato più a fondo della mitologia stessa, ed è che i miti sono sempre più manipolati, grazie al potere che le forze d’informazione si sono conquistate nella societàmoderna; che siano i capitali privati a influenzare i nostri sogni secondo i bisogni della produttività, o che siano gli stati a selezionarli o imporli in nome di un’ortodossia politica. L’uomo sarà sempre una macchina che fabbrica miti, il che non è grave se il mito rimane espressione della nostra lotta contro l’incompletezza e del nostro bisogno di essere completi. Il pericolo sta nel fatto chequesta macchina possa essere teleguidata dall’esterno. » (Roger Bastide)

- Il mito e la sua funzione
Il mito e il racconto mitico sono nel dna dell’uomo e della sua società di cui è parte fondamentale.
Brevemente e nella sostanza volendo definire il mito si può affermare che sia soprattutto un racconto dove esiste una storia da presentare e da far passare come vera nell’immaginario collettivoanche se in realtà è falsa, questo paradosso ha principalmente come scopo quello di creare valori condivisi nella società in modo da poterla indirizzare e controllare. La verità del racconto mitico si misura in base al suo grado di efficacia sociale.
Questa funzione del mito è stata, in passato ed ancora oggi, uno strumento molto potente in mano alle elitè per mantenere il potere e la natura delleistituzioni sociali preservandole dai tentativi di mutamento sociale, mantenendo un ordine basato sul consenso di valori condivisi o anche per perseguire fini di interesse nazionale.
Come ho detto in precedenza il mito agisce direttamente sull’immaginario collettivo ovvero l’insieme di simboli, credenze e concetti presenti nella memoria di una molteplicità di individui che fanno parte di unacomunità e che ne creano la memoria collettiva; le leggi, il modo di pensare e l’agire dell’individuo sono condizionati dai miti che stabiliscono cosa sia giusto e cosa sbagliato.
Tutto ciò rende il mito parte imprescindibile per la formazione di un ordine sociale, Roger Bastide definisce l’uomo una macchina fabbrica miti e sottolinea che il pericolo stia nel fatto che questa macchina possa essereteleguidata dall’esterno.

- Il ruolo del mito nella società di ieri e di oggi

Le elitè politiche, religiose ed economiche hanno sempre usato i miti come strumento con lo scopo di creare sistemi di potere perduranti nel tempo e porre le basi per la loro espansione.
Come accennato le istituzioni religiose, essendo strettamente legate al potere, non fanno eccezione e anzi sicuramente la sferareligiosa è quella più legata ai miti dato che proprio dal racconto mitico nasce una religione.
Per esempio il Cristianesimo nasce dal mito di Gesù, la cui storia raccontata nei testi sacri è oggetto di discussione tra chi naturalmente difende la verità del racconto mitico e chi sostiene che Gesù sia un personaggio mitologico con diversi punti in comune con i messia di numerose altre religioni eculture anche antecedenti di secoli all’avvento del cristianesimo, imputando questi tratti comuni ad un mito originario molto più antico dalle basi puramente astrologiche riguardanti il ciclo del Sole e della Luna e la successione delle ere, solo per citare una delle teorie più condivise.
La religione è sempre stata uno dei principali strumenti di controllo sociale da parte delle elitè al...
tracking img