Lamore che guarisce

Solo disponible en BuenasTareas
  • Páginas : 5 (1222 palabras )
  • Descarga(s) : 0
  • Publicado : 23 de julio de 2010
Leer documento completo
Vista previa del texto
5
L’amore che guarisce
Domenico Guarino

“Ogni individuo ha diritto a un tenore di vita sufficiente a garantire la salute e il benessere proprio e della sua famiglia, con particolare riguardo all’alimentazione, al vestiario, all’ABITAZIONE...”
(Dichiarazione universle dei diritti dell’uomo, 10 dicembre 1948. Art. 25)

“Ciò che volete gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro”(Luca 6,31)

C

Francesco, Rosaria, Gianni, Annamaria, Giulio, Rosetta, e di tante altre persone, che ogni mercoledì sera percorrono alcuni posti della città portando cibo e qualche indumento. Sono i luoghi scelti da Patrick, Grazia, Bernard, Pasquale, Monica, Alessandro, Aldo, Kamel e tantissimi altri, per trascorrere la notte. Sono i “senza fissa dimora”, coloro che sono visti dalla gentecome “vagabondi”, “sporchi”, “delinquenti”, “ubriachi” o addirittura “pazzi”. La storia che questo tipo di vita è frutto di una scelta, è solo una leggenda metropolitana che ha aumentato i nostri pregiudizi. La verità è altrove. E’ nel loro sogno di avere una via di fuga da una vita di stenti ed Napoli è una città che ripetutamente compa- esclusione sociale forzata, derivanti nella re nelle primepagine dei giornali per le sue maggior parte dei casi dalla perdita di lavo“disgrazie” pubblicizzate, non per cercare ro e affetti o da uno sfratto improvviso. Il una soluzione giusta, reale ed effettiva, ma numero cresce giorno dopo giorno e diventa per mettere in risalto la “bontà interessata” sempre più difficile veder riconosciuti i loro di coloro che vivono di queste disgrazie. Chi conoscequesta città solo attraverso i telegiornali, corre il rischio di mettere sullo stesso piano l’incapacità di governare dei politici, la gente e i vari comitati, gruppi e associazioni presenti sul territorio, che partendo dalle necessità e dai bisogni quotidiani, sono solidali con chi soffre. E’ la storia di Giuseppe, Nanà, Maria, Angela, on frequenza sperimentiamo rabbia e impotenza davanti allesituazioni di ingiustizia e di dolore che vivono tantissime persone. Il più delle volte la stessa realtà ci appare così difficile da cambiare, che non riusciamo ad accorgerci che il maggior ostacolo a questi cambi, non è tanto la complessità dei problemi, quanto gli interessi dei gruppi finanziari. Questi hanno dimostrato la sorprendente capacità di assimilare e neutralizzare ogni proposta capace dimettere in discussione il sistema; anzi, utilizzano la solidarietà e il volontariato come oggetto di consumo, sfruttando gli aspetti emozionali delle persone.

più elementari diritti come persona garantiti dalla costituzione. Sono le persone “cadute nelle mani dei briganti, derubate, percosse a sangue e lasciate quasi morte” sul ciglio della strada; di loro si parla nella parabola del buonSamaritano raccontata da Gesù al maestro della legge e a quanti erano con lui (Luca 10,25-37).

occhi ben aperti per vedere nel volto di quell’uomo il volto di Dio. Tutte le società rendono visibili certe persone e ne fanno scomparire altre. Nella nostra società sono molto visibili i politici insieme alle star del cinema, i cantanti, i calciatori, ma rendiamo invisibili i poveri che hanno anch’essi unvolto e un nome. Nemmeno gli immigrati illegali possoAlcuni elementi di questa parabola possono permettersi visibilità: se non hanno no aiutarci a comprendere meglio il nostro i documenti a posto, devono cercare di impegno: non dare nell’occhio. Devono apprendere l’arte di mimetizzarsi. 1. Il sacerdote e il levita dopo un primo 3. Il samaritano è capace di bendare le contatto visivo, non si fermanonon perferite. Nell’incontro con le persone che ché non fossero solidari o incapaci di soffrono è chiaro che il dolore bisogna avere compassione di chi soffre, ma perfermarlo. La vita è un dono meravigliché schiavi di una legge che li rendeva so e prezioso che va difeso. E’ la pratica impuri solo al pensare di avvicinarsi a dell’amore che diventa realtà attraverso chi giaceva mezzo morto ai...
tracking img