Vitruvio

Solo disponible en BuenasTareas
  • Páginas : 15 (3667 palabras )
  • Descarga(s) : 0
  • Publicado : 14 de marzo de 2012
Leer documento completo
Vista previa del texto
Dall’oblio alla riscoperta di Vitruvio: Teorie artistiche, architettoniche e cosmologiche tra Medioevo e Rinascimento
GIORGIO ORTOLANI Già Platone (Phileb., 64e-65e; Leggi, II. 667c-669a) aveva legato l’idea di perfezione e bellezza a proporzioni e misure geometriche, come Vitruvio indica introducendo la progettazione dei templi (III, 1), richiamando l’armonia del corpo umano. Queste proporzioniidealizzate furono associate all’opera del Creatore, come ad esempio da Filone di Alessandria (I, De Opificio Mundi, 138), che richiama la creazione dell’uomo come immagine di Dio (Genesi, 1, 26-27). Nella metropoli più ricca del Mediterraneo, trovarono quindi sviluppo anche i primi fermenti della cultura cristiana, spesso proprio in antitesi al sapere scientifico ellenistico-romano che vi avevatrovato il massimo sviluppo. Il rifiuto delle immagini espresso dalla Bibbia (Esodo, 20, 4-5: «Non ti farai idolo, né immagine alcuna di ciò che è lassù nel cielo, né di ciò che è quaggiù sulla terra, né di ciò che è nelle acque sotto la terra»), fu in principio recepito dai padri della Chiesa come Clemente Alessandrino (Protr., 4, 45-56: «La materia ha sempre bisogno dell’arte, Dio non ne habisogno»), ma il linguaggio figurativo cristiano, parallelamente allo sviluppo del pensiero teologico, superò queste posizioni e sviluppò temi figurativi già esistenti o nuovi, ricercati soprattutto in episodi del Vecchio Testamento allusivi alla Salvezza divina.

Strasburgo, portale della cattedrale. Personificazione allegorica della Sinagoga (l’originale è al museo della Cattedrale). La bendasugli occhi allude al rifiuto delle immagini nella dottrina ebraica. Nell’architettura sacra medievale, invece, l’apparato decorativo aveva una funzione didattica fondamentale (Biblia pauperum), soprattutto nei portali, allusivi anche a Cristo Porta di Salvezza. Le immagini del Giudizio Finale erano legate anche all’amministrazione della Giustizia.

1

Roma, S. Clemente. Masolino da Panicale,Martirio di S. Caterina di Alessandria, 1425-31. Forse non a caso, l’antipatia verso la scienza antica fece sì che come strumento di martirio fosse stata immaginata una ruota dentata, allora simbolo di pagana crudeltà e non di progresso e lavoro. Roma, S. Caterina della Rota. Particolare della facciata di Guidetto Guidetti (1555).

2

Le considerazioni di san Paolo sul corpo umano, ove siincarnò il Cristo, come un tempio sacro (I Cor, 5, 16-17; II Cor, 6, 16; Jn 2, 19-21; Eph, 2, 19-22) rafforzarono l’immagine delle proporzioni dell’uomo come emanazione divina. Guglielmo Durand de Mende (1237-1296), nel Rationale divinorum officiorum, richiamò esplicitamente le proporzioni dell’uomo, divinizzato dall’Incarnazione di Cristo, con quelle dell’edificio ecclesiastico a croce.

Roma, S.Maria sopra Minerva, Giovanni di Cosma, tomba del cardinale Guglielmo Durand de Mende, 1296. Pagina del Rationale divinorum officiorum.

3

Roma, S. Maria sopra Minerva, Cappella Carafa, Filippino Lippi, 1488-93, Trionfo di S. Tommaso d’Aquino, che con la Summa Teologiae recuperò la filosofia aristotelica al pensiero europeo. Firenze, Santa M. Novella, Capp. degli Spagnoli, A. Bonaiuti, Trionfodi San Tommaso, 1366-68.

4

Glossarium Salomonis, 1158-65, dal monastero di Prufenig, Monaco, Bayeische Staatsbibliothek; Il corpo di Cristo come Microcosmo, in rapporto ai pianeti e ai quattro elementi. Uomo ad circulum e ad quadratum di Leonardo da Vinci.

Firenze, S. Croce, planimetria con proporzioni di 1:9 (rispetto all’abside-caput), secondo il canone dello scultore Lisippo (Plinio ilVecchio, Naturalis Historia, xxxiv, 65: “capita minora faciendo quam antiqui, corpora graciliora siccioraque”. Già Eusebio di Cesarea, nella Storia Ecclesiastica, X, IV, 3, 25, descrivendo la costruzione della cattedrale di Tiro, anticipò i concetti poi espressi da Durandus di un archetipo celeste per la costruzione materiale della chiesa e del suo corredo liturgico. Nelle chiese furono in...
tracking img