El maestro

Solo disponible en BuenasTareas
  • Páginas : 5 (1215 palabras )
  • Descarga(s) : 0
  • Publicado : 20 de noviembre de 2010
Leer documento completo
Vista previa del texto
La spiritualità Tolteca:
Vedere l’Energia, l’arte del Sognare e l’Intento
CAPITOLO SETTIMO:
La mia esperienza personale
con Carlos Diaz e Juan Ruiz
LA COSMOVISIONE DELLO SCIAMANO
L’ENERGIA DELL’UNIVERSO
CONCLUSIONI
BIBLIOGRAFIA
INTRODUZIONE
L’intento di questa tesi è quello di presentare il valore formativo del
rapporto che si instaura e sviluppa tra insegnante e apprendista, maestroe discepolo, nell’ambito del percorso spirituale che contempla quegli
insegnamenti che vanno sotto il nome di sciamanesimo. Mostro questo
tipo di metodologia educativa, che intendo valutare come “vitale”,
facendo particolarmente attenzione alla tradizione dei Nativi delle
Americhe e quindi all’ambito antropologico-esoterico1 in cui si può
rintracciare il caso Carlos Castaneda. A questoproposito cerco di far
notare come all’interno di altre tradizioni, quali per esempio quella Indù,
ci siano degli specifici punti in comune su questo tema spirituale che
riguarda un insegnamento sciamanico. Supportato da questi elementi,
quello che tento di mostrare è l’aspetto consapevole di uno stile
educativo che tiene in considerazione, proprio in base alla tipologia di
rapporto di mentorato,non solo i valori umani di un autentico
incontrarsi e confrontarsi tra persone, ma anche e soprattutto i valori più
generalmente spirituali che grazie a questi rapporti genuini si risvegliano
nei riguardi della terra e del cosmo. Tento cioè di illustrare come
l’itinerario formativo che questa relazione implica, si sviluppi
nell’apprendimento di capacità tali da renderci più coscienti verso ilmodo di vivere la nostra vita a contatto con tutto ciò che ci circonda.
Ciò che qui presento in effetti può trovare la sua sintesi in questa frase:
«Educazione alla Vita»2, dove i due termini così accomunati assumono
1 Utilizzo il termine esoterico nel suo senso etimologico di “rivolgersi all’interno”,
visto che farò notare come la vicenda di quest’autore reca in sé dei principi educativi
espirituali che si possono rintracciare in correnti di pensiero e spirituali di diverse
epoche e parti del mondo; fatto sta che menzionerò, fra l’altro, quei procedimenti
che portano alla conoscenza di sé stessi, appunto, utilizzando l’osservazione di sé
come indagine interiore.
2 Quale saggio Indù interessato al comprendere i processi insiti nel vivere e
nell’apprendere da essa, JidduKrishnamurti scrive: «Sai cosa significa imparare?
Quando impari veramente, impari dalla vita; non c’è un insegnante particolare da cui
imparare. Tutto ti è di insegnamento: una foglia morta, un uccello in volo, un
profumo, una lacrima, il ricco e il povero, coloro che piangono, il sorriso di una
donna, l’alterigia di un uomo. Impari da ogni cosa, quindi non hai bisogno di guide
spirituali, difilosofi, di guru. La vita stessa ti è maestra, e tu sei in uno stato di
valenza formativa per il fatto che, d’accordo col pensiero di uno dei più
noti pedagogisti contemporanei3, il processo del vivere è in se stesso
crescita, un’evoluzione continua che dura tanto quanto l’arco stesso della
vita. Scrive J.Dewey: «Poiché vita significa crescenza, una creatura
vivente vive altrettantoeffettivamente in uno stadio come in un altro,
con la stessa pienezza intrinseca e le stesse assolute esigenze. Ne
consegue che educazione vuol dire procurare di fornire le condizioni che
assicurino la crescenza o l’adeguatezza della vita, indipendentemente
dalla età». Ma l’autore intravede anche la questione del riconoscere, da
parte dell’educazione, quanto di immediatamente e naturalmente
educativo cisia nel fatto stesso di esser qui, di star vivendo. Così facendo
introduce anche l’argomento dell’equilibrio fra quei lati dell’essere che
giocano un ruolo proprio nel rapporto di mentorato che si stabilisce in
un percorso formativo di crescita: il discepolo immaturo che deve andare
a formarsi dall’insegnante maturo ed esperto. Tale argomento avrò modo
costante apprendimento» Krishnamurti,...
tracking img