Kathe kollwiz

Solo disponible en BuenasTareas
  • Páginas : 59 (14749 palabras )
  • Descarga(s) : 0
  • Publicado : 21 de febrero de 2011
Leer documento completo
Vista previa del texto
carlotta sofia storelli
progetto di una tesi

KATHE KOLLWITZ

INTRODUZIONE

PARTE PRIMA

1. Il quadro storico

1. Una nazione forte

Il vero stato Nazinale della “Germania”,sorse solo nel 1871 e fu uno tra i più giovani d’Europa .

Nella seconda metà del XVIII secolo la prussia ,proclamata regno nel 1701,diviene il centro della resistenza tedesca contro la Franciarivoluzionaria e guidò lo schieramento che nel 1813,nella battaglia di Lipsia ,pose fine alle ambizioni tedesche di Napoleone

.Nel 1866 il cancelliere prussiano Otto Von Bismarck annesse gran parte della Germania e consolidò la posizione del paese infliggendo ,nel 1870 a Sedan, una dura sconfitta alla Francia .Guglielmo I re di Prussia ,venne nominato Kaiser e per la prima volta laGermania unita fece il suo ingresso sulla scena politica mondiale.

2. L’epoca dell’imperialismo

L’imperialismo è quell’ideologia dell’espansione coloniale ed economica di vari stati europei a capitalismo avvanzato ,e in particolar modo della Gran Bretagna ,configuratasi dopo la metà del sec.XIX.La prepotente spinta che venne portata dal nuovo capitalismo industriale e finanziario sortopost-rivoluzione industriale portò un rapido mutamento della forma e dell’ambizione colonialista britannica ,che divenne conquista politico-militare spesso sanguinosa .Con l’innaugurazione dell’imperialismo si innaugura anche lo sfruttamento diretto ed integrale dei Paesi colonizzati.L’imperialismo segnerà l’apogeo e al tempo stesso l’ inizio della decadenza del dominio del vecchio continente sulmondo.

L’imperialismo germanico:

Alla difesa dello status quo in Europa ,Guglielmo II sostituisce una politica mondiale volta a garggiare contro l’Inghilterra e con la Francia nelle conquiste coloniali ,ad attuare un imperialismo germanico mirante il dominio dei mari ,alla supremazia anche fuori dall’Europa.A spingerlo in qusta direzione coopera oltre al sempre più forte capitalismotedesco ,anche il temperamento forte di GuglielmoII.

Quando verso la fine del secolo ,il Kaiser promuove la costruzione di un a grande flotta ,l’Inghilterra ,alla cui politca marinara e coloniale il cancelliere di ferro aveva lasciato piena libertà,si sente minacciata e mentre Guglielmo II non si perita a proclamarsi Kriegsherr(signore della guerra),prepara le proprie idfese iniziandoquella marcia di avvicinamento alla Francia che ,superando lo splendido isolamento ,la porterà all’Entente cordiale (intesa cordiale) del 1904.

Le ripetute e compiaciute proclamazioni dell’egemonia tedesca nel mondo da parte di Guglielmo II portano anche ad una ripresa delle dotrine razzistiche sostenute fin dal 1853-55.Un’ Associazione generale tedesca nasce nel 1891 per propugnare e divulgaresimili idee insieme a quelle nazionalistiche e imperialistiche e nel 1894 prende il nome di Unione pangermanista .Si apre nel nome del destino egemonico del popolo tedesco ,la marcia verso Oriente ,che è uno degli aspetti dell’esplosione dell’imperialismo tedesco,già fortissimonei mercari europei,e in particolare in quello italiano , sia con le sue merci sia con i suoi capitali.

3. Verso ilprimo conflitto mondiale

Il pretesto per fare scoppiare la Prima Guerra Mondiale é l'assassinio a Sarayevo del principe ereditario d'Austria Francesco Ferdinando.
Ma in realtà la guerra si sentiva da tanto nell’aria di quest’Europa imperialista.
Per capire dunque le cause della Prima Guerra Mondiale bisogna analizzare la siturazione politico ed econimica che si era creata in Europanei decenni che precedettero lo scoppio della Grande Guerra.

Tra le principali cause della prima guerra mondiale un ruolo determinante é dato dal forte contrasto imperialistico per il dominio economico mondiale attraverso le colonie, tra la Germania e, dalla Francia ed Inghilterra dall'altro lato.

Andiamo a riprendere un paio di dati sulla Germania per approfondire le cause.
Il...
tracking img